ABBRACCIO CROCIFISSO

ABBRACCIO CROCIFISSO

La prima domenica di Quaresima inaugura il cammino dei bambini e dei ragazzi verso l’ABBRACCIO CROCIFISSO, il tema che il Parroco ha consegnato alla S. Messa delle ore 10:00. “Non dobbiamo aver paura dell’abbraccio di Gesù, perché è un abbraccio fedele e rassicurante: egli si è inchiodato a noi per sempre anche nelle esperienze di fatica e di tenebra”. Il Vangelo richiamava l’attenzione sulle tentazioni di Cristo, rimando alle nostre tentazioni; subito dopo il battesimo infatti (avvenuto anch’esso subito!) lo Spirito spinge (costringe) il Figlio di Dio nel deserto per essere messo alla prova; l’esperienza del deserto è qualcosa che non puoi mai prevedere o programmare fino in fondo, accade quando meno te l’aspetti! Lo Spirito spinge, a significare che vi sono delle situazioni più grandi di noi (che non sceglieremmo mai) in cui dobbiamo imparare a fare silenzio per ascoltare la voce del Padre per chiedere l’assistenza della Grazia (rappresentati dagli Angeli del Vangelo di domenica). Nel deserto possiamo infatti riconoscere quelle bestie selvatiche (le paure, le ombre, le nostre brutture) che sono rintanate nel nostro cuore. Meditando e pregando possiamo riconoscerle e con la Grazi di Cristo tenerle a bada. Ecco perché a caratterizzare le domeniche vi sarà la ricomposizione di un’opera di Paul Gauguin dal titolo “IL CRISTO GIALLO”: il primo tassello consegnato è relativo al volto pensoso e meditativo di una donna che rappresenta il nostro impegno a riflettere nel deserto con fiducia. Se camminiamo, imparando da Gesù, in lui possiamo vincere. “ABBI FIDUCIA: CE LA PUOI FARE” è la frase consegnata ai ragazzi! Con Gesù ce la possiamo fare!

Buona Quaresima