Famiglia in uscita

Famiglia in uscita

Domenica 27 dicembre, festa della Santa Famiglia, anche nella nostra Parrocchia le famiglie si sono rese protagoniste nell’animazione della S. Messa visto che le letture e le preghiere sono state proclamate dai rappresentanti del “Gruppo famiglia”. Durante il rito dell’offertorio inoltre, alcuni simboli volevano ricordare a tutti la vocazione missionaria insita nel sacramento delle nozze. Il parroco aveva parlato del sacramento del matrimonio come luogo in cui sperimentare la presenza e l’azione di Dio nella storia: “ogni famiglia ha il proprio percorso, le proprie tappe la propria unicità, ma per ognuno esiste una storia di santificazione”. E così all’offertorio sono stati consegnati il pane, il vino e una tovaglia da tavola a significare il nutrimento quotidiano che vuole rafforzare la famiglia verso le altre famiglie in uno stile di accoglienza; anche il segno della candela con la Bibbia voleva ricordare il dono della luce della Parola che deve guidare i passi verso chi ha bisogno di ritrovare la speranza. In ultimo insieme all’enciclica “Fratelli tutti” è stata portata una offerta per una adozione a distanza di un bambino: Il gruppo famiglia della parrocchia si è fatto così promotore di una iniziativa che apre le porte delle case ad un nuovo figlio da sostenere. In questo senso la celebrazione ha voluto sottolineare che, proprio coloro che da anni stanno portando avanti un percorso di catechesi sul matrimonio, avvertono oggi più che mai il bisogno di vivere una missionarietà nel contagiare i fratelli della carità di Cristo. Durante la celebrazione tutte le coppie presenti hanno potuto rinnovare le promesse matrimoniali e ricevere anche una benedizione particolare sul loro matrimonio. Alla fine della S. Messa chiunque ha potuto sostenere l’adozione con un proprio contributo. Che il Signore benedica le famiglie e faccia scaturire da loro il contagio dell’amore e della speranza.
In basso: Giotto, Fuga in Egitto, Cappella degli Scrovegni – Padova