FOTO – Ancora un Istante

FOTO – Ancora un Istante

 

Un testo dei Pooh cantava “Dammi solo un minuto”… ma quando si è uniti dalla passione per il bene e ci si motiva sul Vangelo, può bastare anche meno: un istante! Un altro appuntamento di “Estate d’Istante” ha visto radunati in chiesa, sempre igienizzati e “mascherati”, i bambini e i ragazzi animati dalle catechiste e dai Giovanissimi di AC.

L’obiettivo era quello di non perdere di vista – anche in questo tempo del coronavirus – quella fascia di età che ha particolarmente bisogno di sentire il calore di una comunità che accompagna, incoraggia e nutre un cammino. Il tutto è stato fatto ancora attingendo dalla biografia del santo fondatore dell’Oratorio, San Filippo Neri, presentando la sua vita attraverso scenette sugli aneddoti della suo sapiente ministero a Roma. Detti, miracoli, racconti su San Filippo hanno tenuto bene l’attenzione del pubblico attratto anche dalla simpatia dei Giovanissimi sono riusciti, per l’occasione, a travestirsi per meglio far ambientare nei racconti del cinquecento. Ad arricchire la serata, vi sono stati i canti e i bans che hanno poi introdotto la seconda parte dell’incontro, in cui in sette postazioni (piazze del quartiere Santa Maria e locali parrocchiali) le catechiste hanno ripresentato il messaggio del Santo attraverso dei giochi, dei balli, delle attività laboratoriali pensati per i piccoli gruppi secondo quanto prevede il protocollo per le attività oratoriali. I sorrisi dei piccoli e soprattutto l’affiatamento dei Giovanissimi, che hanno voluto curare con impegno la serata, sono stati i risultati più soddisfacenti di quello che è stato un istante di questa estate, in cui un po’ di cielo si è rovesciato sulla terra.

Quando ci sono giovani che si impegnano per far conoscere la vita dei santi in un clima di festa e quando si trovano adulti che si assumono le responsabilità dell’accoglienza e del coordinamento, possono accadere quei miracoli che accendono di speranza il futuro. Abbiamo, insomma, vissuto un altro appuntamento di “Estate d’Istanti” che ha acceso di vitalità la nostra Comunità.