FOTO – FAMIGLIA SEI PREZIOSA!

FOTO – FAMIGLIA SEI PREZIOSA!

Cercate di rendere sempre più sicura la vostra vocazione e la vostra elezione” (2Pt  1,10). Con questo monito della 2° lettera di Pietro citato nella lettura breve delle Lodi mattutine, siamo partiti sabato mattina in 50 (adulti, giovani e ragazzi) accompagnati dal nostro parroco don Domenico per l’uscita annuale del gruppo famiglie della nostra Parrocchia di Santa Maria Maggiore.

Abbiamo goduto delle bellezze storico-artistiche della città di Cortona, lecumonia etrusca, inizialmente sostando nella chiesa di San Francesco, ove trovano riposo le spoglie di fra Elia e sono conservate insigni reliquie quali il cuscino funebre di San Francesco, il suo saio e il reliquiario della Croce Santa. Proseguendo per le vie del centro storico abbiamo ammirato gli straordinari palazzi realizzati tra il XII° e il XIV° secolo e le pittoresche case medioevali, sino a giungere nei pressi della Cattedrale realizzata intorno all’anno 1.000 e restaurata da Nicola Pisano nel 1262, scoprendo al suo interno numerose opere d’arte, dipinti e sculture della scuola di Luca Signorelli, Piero Berrettini detto il Cortona, Raffaello Vanni e tanti altri.

Dopo un lauto e variopinto pranzo al sacco, condiviso tra risate ed allegria, nel pomeriggio siamo saliti al Santuario di Santa Margherita, che in compagnia del suo fido cagnolino – elemento iconografico che la caratterizza nei dipinti – ci ha rivelato un personaggio affascinante e ricco di insegnamenti e spiritualità. Dinanzi alle sue spoglie mortali abbiamo celebrato la Santa Messa rinnovando le promesse matrimoniali. Durante l’offertorio della celebrazione eucaristica abbiamo consegnato al nostro parroco le nostre fedi nuziali legate ad un fiore, perché nella comunità parrocchiale la vocazione sponsale trovi nutrimento ed accoglienza e ciascuna famiglia nella ferialità sia un otre sempre nuova pronta ad accogliere il vino nuovo donatoci dal buon Dio.

Domenica mattina siamo giunti nella città di Siena ove Santa Caterina ci ha accolto nella Chiesa di San Domenico. Nella celebrazione della Santa Messa domenicale, don Domenico ha paragonato le nostre famiglie  ai 72 discepoli del brano del Vangelo inviati da Gesù a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. Bellissima immagine della coppia cristiana invitata a divenire, con la sequela di Cristo, icona dell’Amore Trinitario che si dona e testimonia sulle strade della nostra quotidianità.

Con la guida Anna Maria abbiamo poi visitato i luoghi dell’infanzia della patrona d’Italia e goduto delle straordinarie bellezze della città senese apprezzandone le ricchezze storiche, culturali ed artistiche.  Ci siamo soffermati con gli occhi colmi di meraviglia all’interno del Duomo, apprezzando e godendo dei fantastici mosaici della pavimentazione, delle sculture di Donatello, Michelangelo e Bernini, dei dipinti maestosi del Pinturicchio e della sua bottega nella libreria Piccolomini, dello straordinario pulpito, opera di Nicola Pisano che ha rappresentato le scene principali della vita di Gesù sino al giudizio finale: un insieme di volti, ciascuno diverso dall’altro, con espressioni intense e di pregiatissima fattura capaci di generare nello spettatore  “un pathos contagioso” – come definito dal nostro don – che consente di partecipare pienamente alla scena offerta dallo scultore ma evoca certamente i tanti volti che incontriamo lungo il cammino e  che ci interrogano sul nostro essere “prossimo”.

A metà pomeriggio, dopo un cono gelato per alleviare la fatica e la calura estiva, abbiamo ripreso la via del ritorno a casa.

Al di là della cronaca degli avvenimenti vissuti e dei posti visitati,  è stata una due giorni densa di emozioni che ha suscitato in ciascuno riconoscenza e gratitudine soprattutto per l’atmosfera gioiosa e l’intensa convivialità. Sulla chat del gruppo tanti hanno espresso il loro pensiero sottolineando come “…la gioia delle famiglie contagia e non ci sono rimedi”, oppure come “…ogni famiglia è faro che rimanda alla gioia dell’amore di Dio”, e “..sono stati 2 giorni all’insegna del bello…le nostre belle famiglie scrigni del tesoro più grande che è l’Amore di Dio”, ed ancora che “ …nonostante si torni al lavoro con il gran caldo, grazie a questa esperienza e alla gioia nel cuore, la fatica sarà più lieve”.

I sentimenti di affetto e di amicizia, di partecipata condivisione e convivialità  sono stati una costante di questa esperienza  e non si teme ad affermare “… oggi riscopro e rinnovo l’amicizia con tutti  e …anche con le altre famiglie”, ed ancora “…torno a casa con la valigia piena di emozioni diverse, sempre uniche e bellissime, giorni all’insegna dell’amicizia, dell’affetto e della cultura, grazie di cuore per il vostro esserci”, e poi “…esprimo tutta la mia gioia per questi due giorni, mix di amicizia, condivisione, conoscenza. Grazie don Domenico…Grazie al Signore che permette tutto questo”.

Un ultimo episodio ha segnato questa esperienza di cammino in famiglia: il nostro parroco sulla via del ritorno ha unto i palmi delle nostre mani con olio di nardo che aveva acquistato da una bancarella trovata lungo la via, evocando l’immagine evangelica della donna che unge i piedi di Gesù, chiedendo a ciascuno di odorare le mani del coniuge e assaporare il profumo di quelle mani pensando che è il dono più prezioso ricevuto nella vita dal buon Dio e ci ha salutato dicendoci: “ Siete preziosi. Olio di puro nardo riversato su di voi. Nulla è sprecato quando donato al Signore per la famiglia. Siete preziosi per il mio sacerdozio. Voi impreziosite il mio sacerdozio. Sto bene con le famiglie. Grazie a tutti per la vostra vicinanza. Vi Voglio bene”.

Grazie a te, don Domenico, il buon Signore ci ha donato un pastore attento, premuroso ed innamorato follemente di Lui. Grazie per la tua guida e il tuo accompagnamento Quando un gruppo parrocchiale è capace di far uscire dal cuore di uno di essi queste parole “ NON CREDEVO DI AVERE UNA FAMIGLIA COSI’ GRANDE. GRAZIE DI CUORE A TUTTI”, allora puoi ritenere che stai operando al meglio e che il sentiero percorso e condiviso è quello illuminato dalla Parola e da essa soltanto.

Buon cammino famiglie della nostra FAMIGLIA parrocchiale…il Signore ci trovi pronti nel dono e nel servizio!

                                                                                                              Angelo e Alessandra