FOTO – Il buongiorno si vede dal mattino

FOTO – Il buongiorno si vede dal mattino

VASTO – Siamo ormai giunti all’anteprima del prossimo anno pastorale. Dopo un’estate ricca di impegni e di occasioni di incontro con il Signore Gesù, i giovanissimi e i ragazzi della nostra parrocchia venerdì sera 06 settembre si sono ritrovati insieme per ricordare i bei momenti del GREST e del Camposcuola che hanno impreziosito la loro estate. La serata è iniziata con la visione di alcune foto e del video del Camposcuola che sono stati commentati in allegria. Don Domenico ha loro detto: “Vedete come siete belli! Quando facciamo le cose non ce ne rendiamo conto…ma rivedendoci possiamo vedere quanta gioia ci ha accompagnato e quanta ne abbiamo trasmessa. Come ogni famiglia, anche la nostra grande famiglia può vivere momenti di incomprensione, ma la gioia per il bene fatto sarà sempre più grande delle difficoltà incontrate. Il dono che riceviamo nella conoscenza del Signore e del cammino cristiano fatto insieme sempre ricolma le fatiche”. Proprio così! Non fissarsi sulle foglie ma guardare l’albero per quello che è e giudicarlo solo dai suoi frutti: un grande sfida per tutti, una bella provocazione per i nostri giovani, un cammino di fede incontro a Cristo, unica fonte della vera gioia.

 

Dopo aver rivissuto le esperienze estive parrocchiali, don Domenico ha invitato due dei giovanissimi in partenza per l’università a condividere la gioia più grande di questi loro anni di impegno in parrocchia. Entrambi, Antonella e Samuele, hanno risposto evidenziando la possibilità ritrovarsi insieme ai propri amici. Poi, ognuno di loro, ha confidato qual è stata l’esperienza più bella: per Antonella sono stati i momenti di gioco con i bambini che, nella loro semplicità, hanno accresciuto il suo desiderio di mettersi a servizio come educatrice; per Samuele invece il tornare al campo dopo una pausa che si era preso gli ha fatto assaporare ancora di più le bellezza del ritrovarsi unici in Gesù. Insomma, un bel momento di saluti ma anche, come ha sottolineato don Domenico, di un nuovo inizio: “Dove andrete per iniziare i vostri studi universitari, lì, nella comunità che troverete, siete chiamati a vivere la vostra fede”. Insomma, a Santa Maria c’è chi sta per iniziare un nuovo anno e c’è chi ha finito per portare molto frutto altrove. Un bel messaggio per i nostri giovani: senza averlo progettato ci si può ritrovare missionari di Cristo vivendo ogni giorno illuminati dalla fede.

 

Infine, ho avuto la gioia di condividere ai nostri giovani e a tutti i presenti, la mia esperienza di missione in Africa, in Mozambico, nella cittadina di Ribaue. Facendo vedere loro qualche foto, ho parlato dei giovani africani incontrati e del loro vivere la fede. Una fede semplice, vissuta senza tante comodità, ma proprio per questo vera; una fede che trasforma in festa anche quei momenti che festa non sono. Ed è questo l’augurio che anche Valter, presidente dell’Azione Cattolica parrocchiale, ha rivolto a tutti: “Si sta per riaprire il nuovo anno. Che sia un anno di festa, di entusiasmo e di impegno per tutti!”

 

Al termine delle condivisioni, la serata è proseguita nella gioia di stare insieme, nel divertimento e nel ballo. Se il buon giorno si vede dal mattino, l’augurio è che quest’anno sia un buon giorno… perché, come ci insegnano i Vangeli: “nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro è adatto per il Regno di Dio” (Lc 9,62).

Luigi Genovesi