FOTO – “Il Grest…una ricetta giusta”

FOTO – “Il Grest…una ricetta giusta”

Da lunedì 8 a sabato 13 luglio i bambini del catechismo della Parrocchia sono stati coinvolti nel GREST (Gruppo Estivo) guidati da una rappresentanza di Catechiste e di Giovanissimi di AC. L’esperienza nasce dal desiderio di offrire un accompagnamento anche in estate a coloro che  rischiano di non avere più tante occasioni per riflettere sui temi religiosi nel periodo delle vacanze. Lo stile poi della preghiera all’aperto, del canto, dell’animazione attraverso i bans, del pranzo condiviso e dei laboratori (in cui la dimensione dell’imparare “facendo” ha la preminenza) generano un clima di condivisione affettiva molto intenso.

Queste poche righe riescono a restituire solo in minima parte la qualità del percorso fondato sul tema delle RELAZIONI. Il campo dal titolo “Per far Festa…serve la ricetta giusta” ha preso in considerazione le parole chiave “Presenza”, “Divertimento”, “Amicizia”, “Famiglia”, “Decisione”; ogni giorno è iniziato da un momento di accoglienza a cui è seguita la preghiera con la successiva proiezione della puntata del Campo attraverso una videostoria. Si è tentato così di offrire a piccoli e grandi un’opportunità di riflessione sulla scelta di essere presenti nel proprio tempo (senza isolarsi nel mondo virtuale) imparando a intercettare quel sano divertimento che sa evitare lo sballo che invece lascia delle ferite nell’anima; solo così si potranno affrontare le difficoltà e gli ostacoli custodendo le buone relazioni di amicizia in cui anche quando non si riesce a trovare una soluzione ai problemi si scopre la forza di affrontarli insieme. Fra i temi più sentiti quello della famiglia che rimane il luogo in cui ci sentiamo accolti, amati, custoditi ma anche lanciati verso il futuro in cui esprimerci con la nostra personale risposta: ovunque una persona si sente a casa e percepisce di essere amata si può fare esperienza di famiglia… anche in Parrocchia.

Durante la settimana i ragazzi hanno visto abbattersi sulla struttura la calamità della grandine e il tutto è servito per compattare ancora di più il gruppo nel cercare riparo insieme e nell’incoraggiarsi a vicenda: una sfida che è diventata opportunità per riflettere e per sentirsi più uniti. Particolarmente luminosa poi è stata l’uscita del venerdì alla Lecceta di Torino di Sangro in cui, piccoli e grandi accompagnati dalle guide dell’Area protetta, hanno ricevuto una lezione di educazione ambientale facendo esperienza di silenzio in ascolto della natura; l’escursione ha poi visto come tappa della tarda mattinata un momento di preghiera e meditazione sulla guerra e sulla pace presso il Cimitero Britannico. La stessa gita si è conclusa con la riscoperta della storia di San Giovanni Battista presso l’Abbazia di San Giovanni in Venere scrutando la bellezza delle immagini sacre.

Sabato il Grest si è concluso con la tappa della “Decisione” da prendere per sfuggire dallo stallo di una vita mediocre in cui “si fa quello che fanno gli altri”:  chi non trova il coraggio di decidere chi essere si lascerà condizionare dal “branco” in cui sarà sfruttato e soffocato nella propria identità.  Tutti sono stati invitati a riscoprire la vita che si fa dono per vincere così la tentazione della tristezza. Dopo il pranzo condiviso come ogni giorno tutti insieme, i bambini sono tornati nelle proprie famiglie con l’impegno di ritrovarsi ancora per la “Pizza Grest” in cui rivedere le foto delle meravigliose giornate assieme ai loro genitori.

Per far Festa ci vuole la ricetta giusta e, con questa squadra, gli ingredienti buoni certo non mancano!

1 commento

  1. Settimana bellissima per mio figlio, che ha incontrato ragazzi splendidi e ricchi del valore dell’amicizia.

Comments are closed.