Nella chiesa di S. Maria Maggiore con il dramma sacro “La condanna”.

Nella chiesa di S. Maria Maggiore con il dramma sacro “La condanna”.

Dopo le rappresentazioni avvenute nelle tre domeniche precedenti, scorse presso le chiese di S. Paolo Apostolo e dei Salesiani a Vasto, e nell’Abbazia di S. Giovanni in Venere a Fossacesia, il dramma è stato rappresentato nella chiesa di S. Maria Maggiore, scelta come location ideale dal regista Gianluigi Delli Quadri. La drammaticità della rappresentazione ha colpito ancora una volta nel segno, grazie ad una buona prova collettiva di tutti gli attori, che hanno offerto un vero e proprio momento di riflessione attraverso la rivisitazione di alcune scene della Passione di Gesù. Tre i momenti salienti emersi durante il dramma: la prima sulla debolezza e la fragilità di Pietro che, per paura di essere condannato, lo rinnega per tre volte; la seconda sul dramma di Giuda, che per denaro consegna Gesù ai suoi persecutori e consegna se stesso al male; la terza, che è anche il momento clou di tutta l’azione sacra, è la scena toccante della deposizione di Gesù ed il dolore della Madonna (interpretata da Anamaria Celenza) che canta una nenia struggente. Sotto la regia di Gianluigi Delli Quadri hanno recitato: Antonio Cardone, Francesco Celenza, Anamaria Celenza, Antonio Muratore, Angelo Fabrizio, Marino Di Santo, Massimo Di Giovanni, Michela Antenucci, Fernando Valentini, Andrea Vespasiano, Anna Maione, Teodoro Benvenga, Dante Di Pardo, Saverio Naglieri, Michele La Verghetta, Angistero Suriani, Amalia Ricciardi, Paola Antenucci, Romualdo Vinci, Giuseppe Zinni, Pierpaolo Del Casale, Nevio Coppola. Hanno dato il loro prezioso contributo diversi componenti della Confraternita della Sacra Spina e Gonfalone, le brave ballerine dell’A.S.D. Danza & Danza, ed il Coro Polifonico Histonium diretto dal M° Luigi Di Tullio.

Lino Spadaccini

VISUALIZZA LE FOTO