La Confraternita nella ricorrenza della Candelora

La Confraternita nella ricorrenza della Candelora

La Confraternita della Sacra Spina e del Gonfalone di Vasto è stata presente con numerosi confratelli alla celebrazione eucaristica nella parrocchia di Santa Maria Maggiore nel giorno che la Chiesa ricorda come la Candelora, ovvero la ricorrenza che celebra la presentazione di Gesù al Tempio, quaranta giorni dopo la sua nascita. La liturgia ha avuto inizio con l’accensione delle candele all’ingresso della chiesa con la Confraternita che è giunta in processione fino all’altare nel corso della Santa Messa celebrata dal parroco e nostro assistente don Domenico Spagnoli

Il primo pensiero del celebrante è stato per la Città del Vasto che mai come in questo momento ha bisogno “di abbracciare Colui che riporta ordine e pace nella vita” dopo i recenti fatti di cronaca. Un bisogno necessario, vitale della luce per attraversare le tenebre del nostro tempo inquieto. “Una stagione nella quale avvertiamo il bisogno di essere guidati perché da soli non riusciamo a trovare la via” ha detto don Domenico introducendo il tema biblico della presentazione di Gesù al Tempio. Gesù si è presentato per presentarci al Signore attraverso la sua umanità.

Il parroco ha invitato a rimettere ordine nella vita evidenziando come ogni uomo e ogni donna hanno un valore inestimabile perché “tempio di Dio”. Se accoglieremo la luce vinceremo le tenebre e saremo segno della presenza di Cristo in questo tempo. Candela che non è un amulento ma segno che Cristo è con noi e che torna a brillare nelle nostre famiglie, nelle nostre case.

Pino Cavuoti